Quinzano-Avesa, pari e patta nel derby. Il diesse granata Bertani: “Due belle squadre. Partita tirata, potevamo chiuderla”

Quinzano-Avesa, pari e patta nel derby. Il diesse granata Bertani: “Due belle squadre. Partita tirata, potevamo chiuderla”

by 29 settembre 2017

Pareggio con fuochi d’artificio. Quinzano e Avesa si scornano senza sconfiggersi. Dal campo non escono nè vincitori nè vinti. Battaglia (sportiva) doveva essere, battaglia è stata. E’ tornato, dopo anni d’assenza, il derby ‘colligiano’. Partitissima per due fazioni opposte che, storicamente, vivono d’una accesa rivalità sportiva.

Dall’urna è uscito un 2-2 sostanzialmente equo. L’impatto con la categoria, per entrambe, è buono. Eppure è il Quinzano ad aver qualche rammarico in più. Non lo nasconde il diesse granata Diego Bertani.

“Gran bella partita, ho visto due ottime squadre. Il pareggio ci sta, è la prima di campionato, un punto a testa non scontenta nessuno. Eppure qualche rimpianto non mi vergogno ad averlo: per lunghi tratti siamo stati superiori. L’Avesa è forte, ma penso sia oggettivo dire che ai punti avremmo meritato qualcosina in più noi. Il loro portiere Gallizzi, cui vanno i miei complimenti, è stato tra i migliori in campo. Ha parato di tutto, sul piano delle occasioni siamo stati molto più propositivi. E’ comunque un inizio beneaugurante per entrambe. Bello sia tornato il derby in collina, aspetto con ansia il ritorno. Per vincere”.

Note. Nella foto, il Quinzano in una immagine d’archivio.