Laperni, salvezza e addio. Il tecnico: “Grande rimonta. Ora cerco nuove sfide”

Laperni, salvezza e addio. Il tecnico: “Grande rimonta. Ora cerco nuove sfide”

by 8 maggio 2017

Se non è un miracolo sportivo ci va vicino. Adriano Laperni brinda alla salvezza diretta del suo Bevilacqua. Una faticaccia: altro che le proverbiali sette camicie. Dai suoi grigiorossi ha dovuto spremere tutto, energie fisiche e mentali, disponibilità al lavoro, passione, fame. Anche la forza della disperazione, vista la situazione in cui era arrivato, con sette sconfitte consecutive sul groppone.

“Mi sono preso una bella patata bollente, ma a me piacciono le sfide – spiega il tecnico – sapevo che qui c’era comunque della qualità nonostante i risultati. La mia ricetta? Sistemare la difesa da tre a quattro, prima si prendevano troppe imbarcate. E poi il lavoro fisico. A dicembre nella sosta ho torchiato i ragazzi. Un lavoraccio che ha dato però i suoi frutti”.

Oltre l’asticella: Laperni ha centrato l’obiettivo di conquistare almeno i play-out, per poi superarlo, traghettando la truppa addirittura alla salvezza diretta.

“In alcune partite non abbiamo raccolto quanto seminato lungo il percorso – conclude – ma da lì abbiamo capito che potevamo giocarcela con tutte. Il filotto di successi sul far di primavera ci ha dato lo sprint giusto. Quell’iniezione di fiducia che ci serviva per giocare le gare finali col coltello tra i denti. Siamo salvi: faccio un plauso ai ragazzi e a chi si è speso per il bene della squadra nel corso del campionato. Se rimango? No, ho parlato con la società e non abbiamo trovato un accordo. Cerco nuove sfide, sono alla finestra”.