Garda-Seraticense, che finale! La lotta per il primato termina in volata

Garda-Seraticense, che finale! La lotta per il primato termina in volata

by 25 aprile 2018

Che finale, ragazzi. Sarà volata per il titolo nel campionato di Promozione. Garda e Seraticense, con ogni probabilità, si giocheranno il titolo negli ultimi novanta minuti. La matematica, a rigor del vero, ammetterebbe anche una speranza, seppur al lumicino, per il San Giovanni Lupatoto, dietro di sole due lunghezze. Ma con ogni probabilità saranno le formazioni dei mister Corghi e Cortellazzi a giocarsi lo scettro.

Uno sguardo attento allo svolgimento dell’intero campionato poteva pronosticare un epilogo simile. Valori stravolti, ogni obiettivo in bilico, nessun verdetto già scritto. L’incertezza, unico comune denominatore che ha raggiunto uno dei suoi picchi storici per equilibrio e combattività, renderà ben succosi gli ultimi novanta minuti.

Menzione di merito va fatta alla formazione di Paolo Corghi. Il Garda arrembante d’inizio inverno, additabile come fuoco di paglia per il semplice fatto che non partiva certo con i favori del pronostico, ha saputo tenere alti i ritmi e sempre vive le motivazioni. Un dato su cui è bene riflettere: la difficoltà maggiore di chi arriva dal nulla a lottare per qualcosa di importante è proprio la non abitudine a farlo. Il rischio è quello di crogiolarsi, seppur inconsciamente, di quanto buono messo in mostra senza provare ad alzare ancora l’asticella.

Ciò che va sottolineato, quindi, è la bravura con cui il tecnico ha saputo tenere in pugno una squadra, insegnandole a volare in cieli mai conosciuti. E ora che l’Eccellenza è a due passi, è inutile nascondersi. L’augurio è, ovviamente, che sia una formazione veronese ad accedere dalla porta principale all’Eccellenza. Onore che, senza dubbio, il Garda meriterebbe a prescindere dagli ultimi, decisivi, roventi minuti.