Borgo-Signoretto, separazione consensuale. Il tecnico: “Ringrazio la società, ora cerco nuove sfide”

Borgo-Signoretto, separazione consensuale. Il tecnico: “Ringrazio la società, ora cerco nuove sfide”

by 11 maggio 2017

Un confronto ed una stretta di mano. Per lasciarsi. Finisce con una separazione consensuale il matrimonio tra Massimiliano Signoretto e il Borgoprimomaggio. Non è questione di contrasti o di obiettivi non collimanti: solo la constatazione, anche fisiologica, che le strade sono destinate a dividersi.

Signoretto comunque lascia il Borgo dopo un anno intenso, vissuto sempre alla rincorsa di un playoff sfuggito solo per la regola del distacco dalle prime. Dieci mesi di calcio che il tecnico riassume così.

“Un anno positivo, non c’è che dire. Devo ringraziare la società per avermi permesso di tornare qui ad allenare con un gran bel gruppo a disposizione e per aver mantenuto tutti i presupposti concordati all’inizio fino alla fine. Al Borgo lascio persone serie e competenti, in primis Sgreva e Faccioli, direttore sportivo da poco, ma con una passione che mi auguro possa permettergli di salire di categoria”.

Incerto, ancora, il futuro dell’ormai ex tecnico biancoviola.

“Attendo la chiamata giusta. Mi interessa un progetto chiaro, serio, concentrato magari in due o tre anni. Vorrei aprire un ciclo, insomma. Sto alla finestra, vediamo cosa succede”.