Albaronco, sei nella storia. E’ Promozione

Albaronco, sei nella storia. E’ Promozione

by 3 maggio 2017

Quel tanto che basta, ed è storia. Beato pareggio all’ultima giornata. L’Albaronco stappa la miglior bottiglia per l’evento dell’anno: il primato regge, è Promozione. Gli uomini del duo Mazzo-Colognese, col punticino racimolato nell’ultima, decisiva sfida con il Boys Buttapedra, hanno compiuto il fatidico passo verso il campionato di Promozione. Passo per il cui racconto serve una gran stilografica: mai la società, nata dalla fusione delle realtà sportive di Ronco e Albaro nel lontano 2004, era arrivata così in alto.

Aveva sognato, sperato, rincorso sogni di gloria gli scorsi anni. Mai abbastanza, però. Domenica scorsa s’è invece concluso un percorso di crescita che ha visto il sodalizio verdegranata strutturarsi a livello societario e come movimento giovanile, per finire alla prima squadra, impreziosita di anno in anno.

C’è voluta la perla del bomber Alessio Soave per mettere la parola ‘fine’ su un campionato che, fino a poche domeniche fa, poteva avere ben altri vincitori. L’Albaronco, trascinato dalla forza motrice di un girone di ritorno da grandi numeri, dopo la vittoria in rimonta, in casa, contro il Valdalpone ex capolista, ha trovato la chiave di volta per fare suo un girone dalle tante pretendenti al trono.

A conti fatti, a vederla da fuori, vien da dire sia giusto così: non c’erano, sulla carta, formazioni di caratura superiore. Il pronostico può dirsi rispettato. Ma che prezzo, a che fatica: ed è forse questo il motivo che raddoppia la gioia albaronchesana. Mai pareggio fu più ben accolto in paese, dove il successo si è materializzato di fronte ad un pubblico nutritissimo.

Ora è già tempo di programmare il futuro. Perché vincere è bello ma confermarsi di più. E a Ronco all’Adige lo impareranno presto. Molto presto.